login | registrati
 
Home Smouse System and security solutions Academy News Area Riservata
  Obbligo di segnalazione al Fondo Unico Giustizia per le Imprese di Assicurazione
Mercoledì 2 Dicembre 2009

Il  5 ottobre di quest’anno è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto 25 Settembre 2009 del Ministero dell’Economia e delle Finanze che chiarisce le istruzioni per le informazioni dovute a Equitalia Giustizia S.p.A. ai sensi del decreto legge 16 settembre 2008, n. 143, convertito dalla legge 13 novembre 2008 n. 181.

Il nuovo decreto obbliga  tutti gli intermediari finanziari, dal 15 di Novembre 2009, a trasmettere le informazioni a Equitalia Giustizia S.p.A con i contenuti e secondo le modalità stabilite negli allegati al decreto e nello specifico l’invio delle informazioni dovrà avvenire attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, mediante un apposito tracciato informatico.

Il decreto stabilisce altresì gli obblighi specifici per le Imprese di Assicurazione. Obblighi che riguardano numerosi tipi di polizze (come ricordato nella tabella 8 riportata nelle Tabelle Decodifica di Equitalia giustizia) e certamente le più frequenti (ad esempio le assicurazioni “caso vita”).

In particolare le imprese di assicurazione dovranno a trasmettere informazioni relative a:

  • il contratto assicurativo;
  • il provvedimento, emesso dall’autorità giudiziaria o amministrativa, che ha determinato il vincolo di destinazione della polizza al Fondo;
  • i dati anagrafici del soggetto destinatario del provvedimento (contraente e/o beneficiario e/o assicurato);
  • gli eventuali soggetti collegati al rapporto (amministratori giudiziari, precedenti vincolatari, o altri aventi diritto.

Così, l’Impresa di Assicurazione, per ciascuno dei punti elencati, è tenuta a fornire informazioni specifiche e dettagliate (l’allegato 2 del decreto del 25 Settembre 2009 del Mef è assolutamente preciso ed esaustivo in materia), con un lavoro accurato e molto preciso.
I tempi per adeguarsi a questa nuova normativa sono, come ricordato sopra, molto stretti e impongono decisioni rapide per identificare quali strumenti adottare per avere una soluzione efficace ed efficiente per questo nuovo obbligo di legge.

Infine, va ricordato che con la legge 2 del 2009 (entrata in vigore a fine febbraio di quest’anno) le sanzioni per mancate comunicazioni sono assai rilevanti e onerose (da 120% a 240% della cifra oggetto del sequestro).

Per affrontare nel migliore dei modi possibili questo nuovo e complesso obbligo per le Assicurazioni, Studio Informatica ha progettato e prodotto CommaFUG, l’applicativo che gestisce e controlla il processo di acquisizione delle richieste e di produzione delle risposte a Equitalia Giustizia. CommaFUG, si basa sull’infrastruttura Comma e si occupa della corretta gestione del workflow delle operazioni e delle scadenze delle comunicazioni. CommaFUG inoltre è pensato per essere integrato e comunicare direttamente con il Sistema Informativo dell’intermediario così da poter reperire automaticamente le informazioni, riducendo gli errori derivanti dall’operatività manuale. Proprio per questi motivi già più di quaranta intermediari finanziari che operano nel nostro Paese hanno utilizzano il nostro applicativo.

Per avere ulteriori informazioni, può telefonarci al numero 0523313000 , o inviarci un e-mail all’indirizzo areacommerciale@smouse.it.