top of page

Guida alla trasmissione dei dati CESOP attraverso il Sistema di interscambio Dati - SID di Agenzia Entrate

La guida alla trasmissione dei dati CESOP tramite Sistema di Interscambio Dati - SID di Agenzia delle Entrate: accreditamento, Nodo o PEC, soluzioni software


Cos’è il Sistema di Interscambio di Agenzia delle Entrate per l’invio dei dati CESOP?

Dal 2024 è attivo il sistema elettronico centrale di informazioni sui pagamenti - Central electronic system of payment information, Cesop - per il contrasto alle frodi IVA transnazionali nel commercio elettronico.


CESOP è un insieme di misure europee per la lotta alle frodi transnazionali IVA nell'e-commerce, un complesso sistema di monitoraggio e reporting delle transazioni effettuate con pagamenti elettronici per l’acquisto di beni o servizi, con obblighi di conservazione e di comunicazione in capo ai prestatori di servizi di pagamento verso le autorità fiscali competenti.



Il reporting di ogni stato confluisce in una unica base dati accentrata a livello europeo.

L'obiettivo principale del CESOP è ridurre le frodi fiscali, in particolare quelle legate alle frodi e all'evasione dell'IVA in ambito internazionale.





CESOP in Italia: l'invio dei dati tramite Sistema di Interscambio Dati - SID


In Italia, i prestatori di servizi di pagamento sottopongono il reporting CESOP all’Agenzia delle Entrate, l’autorità fiscale competente, attraverso il Sistema di Interscambio Dati – SID.

Il SID è un sistema informatico per lo scambio di informazioni con Agenzia delle Entrata che sfrutta tecnologie per la sicurezza e la trasmissione automatizzata di dati.


Il SID si basa su chiavi univoche di cifratura e firma dei file scambiati con l’Agenzia delle Entrate, che garantiscono la sicurezza e la privacy dei dati della clientela forniti dagli operatori finanziari ai fini degli obblighi di reporting fiscale.


Per la trasmissione automatizzata dei dati il SID offre agli operatori la possibilità di scegliere due modalità di invio: la Posta Elettronica Certificata o l’FTP.


L’operatore finanziario ha l’obbligo di indicare in fase di accreditamento al SID quale dei due canali intende utilizzare per la trasmissione dei dati ad Agenzia delle Entrate.



 

Inviare CESOP con Posta Elettronica Certificata - PEC o Nodo FTP?


La Posta Elettronica Certificata – PEC - è un sistema italiano di email con valore legale che permette di certificare il contenuto, la data e l’orario di spedizione della mail. Presto la PEC verrà adottata come standard a livello Europeo e prenderà il nome di REM.


Si avvalgono dell’utilizzo della PEC gli operatori finanziari che devono trasmettere una quantità contenuta di dati all’Agenzia delle Entrate. La PEC, infatti – come le mail tradizionali - ha un limite massimo di dimensione degli allegati.


L’uso dell’FTP, invece, è consigliato a tutti quegli operatori finanziari di grandi dimensioni che prevedono di inviare una grande mole di informazioni ad Agenzia delle Entrate e può farlo avvalendosi di un nodo FTP proprietario oppure di un nodo FTP di un provider autorizzato da Agenzia delle Entrate.



Sullo stesso canale di trasmissione scelto per la trasmissione dei dati ad Agenzia delle Entrate, l’operatore riceverà tutte le comunicazioni obbligatorie inerenti l’obbligo di reporting.




Hai bisogno di aiuto per trasmettere i dati CESOP?


Scrivi a info@smouse.it, ti metteremo in contatto con i nostri esperti


Σχόλια


bottom of page